Haloterapia, prime evidenze scientifiche

Trattamento coadiuvante per alcune patologie otorinolaringoiatriche

Un'importante rivista scientifica internazionale, l'"International Journal Pediatric Otorhinolaryngology", ha recentemente pubblicato uno studio realizzato da ricercatori italiani della Clinica Otorinolaringoiatrica dell'Università di Bari, riguardante gli effetti terapeutici dell'haloterapia sui piccoli pazienti affetti da ipertrofia adenotonsillare e patologie correlate quali: otiti catarrali, disturbi del sonno ecc.
La ricerca, dal titolo "Double-blind placebo-controlled randomized clinical trial on the efficacy of Aerosal® in the treatment of sub-obstructive adenotonsillar hypertrophy and related diseases", ha evidenziato che il trattamento haloterapico effettuato nella camera del sale "Aerosal®", oggi "Dispositivo Medico", ha un'attività terapeutica statisticamente significativa in ambito otologico, con la riduzione dell'ipoacusia. Una parziale attività si è dimostrata anche nella anche nella riduzione dell'ipertrofia adenotonsillare.
Altro dato importante rilevato dai ricercatori baresi è stato l'assenza di eventi avversi. Nessuno dei piccoli pazienti ha presentato episodi di insufficienza respiratoria (dispnea, iperattività bronchiale, asma), prurito cutaneo o disturbi oculari, sia durante sia nelle ore successive al trattamento. Oltre ad essere un trattamento sicuro, il sistema "Aerosal®" è stato ben accettato dai piccoli pazienti i quali hanno vissuto la seduta haloterapica più come momento ludico che come trattamento terapeutico.
Gli effetti benefici di tale trattamento, che si basa sulle capacità curative del sale naturale, micronizzato con particolari tecniche e in un ambiente confinato (Camera del Sale), si sono dimostrati, per alcuni parametri, "tempo dipendente". Ulteriori studi sono auspicabili al fine di individuare modalità di trattamento in grado di dare una maggiore risposta terapeutica, così come sono auspicabili nuovi studi controllati, randomizzati e in doppio cieco con placebo, su patologie più complesse quali l'asma, la fibrosi cistica, le patologie croniche polmonari e le malattie dermatologiche.
Pertanto l'haloterapia con sistema "Aerosal®" può essere considerato un valido trattamento coadiuvante, ma non sostitutivo, alla terapia medica convenzionale, nel trattamento delle patologie sub-ostruttive adenotonsillari e delle patologie ad esse correlate.
La haloterapia è l'assorbimento di particelle saline attraverso l'esposizione a microclimi quali spiagge in località di mare (idrohaloterapia), grotte salmastre e miniere di sale (speleoterapia) o altri microclimi simili naturali o realizzati artificialmente, con vari metodi in locali confinati, nell'intento di ottenere un beneficio per la salute umana.

24/02/2014 Arturo Bandini su italiasalute.it